ritrattoamano 4.0

Ritratto a mano 4.0 Workshop con Jorge Peris

12-19 settembre 2018 Caramanico Terme (Pescara),

Ex Convento Delle Clarisse – Parco Nazionale della Majellaa cura di Giuliana Benassi organizzato da Angelo Bucciacchio e Giuseppe Pietroniro in collaborazione con l’Associazione Culturale Vitoria Gasteiz e l’Associazione ReTe

Torna il quarto appuntamento del workshop Ritratto a mano presso l’ex Convento delle Clarisse di Caramanico Terme (PE). L’ edizione 2018 (12-19 settembre 2018) avrà come protagonista l’artista spagnolo Jorge Peris, invitato a condurre otto giorni di residenza. Partendo da un topos che riguarda la genesi dell’arte, il ritratto, il workshop propone una riflessione sulla possibilità di raccontare se stessi e sui potenziali mezzi espressivi adatti ad esprimere l’identità di ciascuno. ritratto a mano vuole essere quindi un’esperienza vissuta come ricerca personale e condivisa, basata sul confronto reciproco, alla scoperta delle potenzialità dei vari linguaggi artistici. Scopo del Workshop Il laboratorio, condotto dall’artista Jorge Peris, si apre con l’obiettivo di lavorare sulla capacità del racconto di se, sull’identità e sui modi con cui è possibile rappresentarsi e raccontare se stessi nel rapporto con l’opera. Partendo da un approccio volto a indagare il rapporto uomo-natura, la riflessione prende avvio dall’ascolto del se e della natura circostante, interpretandone gli aspetti materici, visivi e metamorfici in senso poetico.Il progetto intende riscoprire la continuità fra l’esperienza estetica e il normale processo di vita; ritornare alla radice esperienziale e alla tradizionale analisi materica attraverso un’indagine accompagnata dall’artistatutor, il quale metterà in campo le proprie riflessioni e i propri metodi per creare un confronto e un dialogo con ciascuno dei partecipanti, sia a livello individuale che collettivo. Lo scarto tra la sfera individuale e quella corale si gioca nella ricerca di un linguaggio artistico personale e libero, capace di comprendere nell’opera l’idea di un ritratto del se.

In programma un incontro con Simone Ciglia (Storico dell’arte e Assistente ricercatore MAXXI).

Jorge PerisAlzira (Spagna), 1969. Vive e lavora a El Palmar (Spagna).Il suo lavoro, principlamente caratterizzato da installazioni site-specific, è generato da materiali naturali che apportano nell’opera un senso di legame radicale al processo metamorfico della materia. La ricerca dei materiali coincide con quella dell’equilibrio, della tensione e del rapporto uomo-natura in termini di visione e avvicinamento al processo vitale. Il sottile limite dell’equilibrio viene spesso sfidato dall’artista attraverso la costruzione di installazioni scultoree che diventano architetture naturali, monumenti della vita e della morte, generatori di nuovi ambienti spaziali. Gran parte della sua produzione è di origine organica e i lavori si trasformano seguendo i processi chimico-naturali delle componenti materiche. Le opere di Peris fanno parte di importanti collezioni come la Collezione MAXXI, Antinori e Collezione Giuliani. Ha esposto in diverse gallerie e strutture museali, ricordiamo le mostre più recenti: 2017 Olmo 2017. Luis Adelantado Valencia, Espana; Acidus 2017. HIT Gallery, Bratislava; Don’t Look Like a Line. Galeria Pinksummer, Torino. The Hierophant, Galeria Nicodim, Bucharest. 2016 Portal del angel, Cantina Antinori, San Casciano Val di Pesa; The Milky Way 3, Galeria Gio Marconi, Milano, Toute premiere fois, Visconti 22, Paris, Francia. There is no place like home, Ponte Marconi, Roma; Scarecrows Contemporary Art Exhibition, Domaine Sigalas, Santorini, Grecia. 2015 Dolmen, Sinfonia nr.7, Magazzino D’Arte Moderna, Roma; 519+40, Fundacion Pastificio Cerere, Roma; Explorations, Museo del Castillo de los Duques de Wurttemberg, Montbeliard, Francia. Icastica, Arezzo 2013 Los Pies de Judas, Pinksummer, Genova; The Naturalists, Incontri in Terra di Siena, Tuscany, Italia. Micol Assael, Jorge Peris, Nunzio, Galeria Bonomo, Bari, Italia. Encore Plus, Magazzino Arte Moderna, Roma. 2012 Tamaris, Chateau de Montbeliard, Francia. 2011 Aladas Almas, La Conservera: Centro de Arte Contemporaneo, Ceuti, Murcia. 2010 Micro, Aureo, Adela, MACRO, Roma. 2009 This Way-waiting for the Blackout, Sprovieri Gallery, Londra. Marte in Gaia e Cosimo vs sotto il monte Sinai, Parascha passo 32, Micamoca, Berlino. The Monkey Waiting for the White Flamingo, Foksal Gallery Foundation, Varsavia. 2008 E441, Newman Popiashvili gallery, New York. 2007 Marte in Gaia e Cosimo, Galleria Zero, Milano; Diamante, Magazzino d’Arte Moderna, Roma; Egitto in Luigi, MAN, Nuoro.

Il workshop è curato da Giuliana Benassi, organizzato da Angelo Bucciacchio e Giuseppe Pietroniro, in collaborazione con l’Associazione Culturale Vitoria Gasteiz e l’Associazione ReTe.

INFO e CONTATTI email benassigiuliana@gmail.com – angelo.bucciacchio@gmail.commob. +39 333 1230817 – +39 329 1412890 www.ritrattoamano.it